“A volte nel buio” – il silenzio della paura

Una nuova bella rercesione, a firma di Anastasia Marano, sul film.
Un estratto (stralci scelti dall’autrice):

A volte nel buio prendono forma le ombre delle nostre paure (…)Il silenzio del film è il luogo oscuro per eccellenza della paura, i cui sussurri e sospiri ospitano nell’ombra inquietudini che ne fanno trasalire gli abitanti. (…)Come urla rapaci nel buio, la musica, rapisce, accompagna, allerta, scorre copiosa come il sangue dalle ferite profonde inferte dai morsi, o dalle lame. (…)Rapiti da un magnetismo arcano, suggestionati dall’intensità degli sguardi e ammaliati dal diffuso simbolismo disseminato come pulviscolo fremente in lame di luce, siamo trascinati nel buio silente.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuito su WordPress.com.

Su ↑

Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: